Meraviglie tra Bologna e Lecce

Meraviglie tra Bologna e Lecce

Eccomi di nuovo a casa, di ritorno da una bellissima vacanza (che poteva durare anche qualche giorno in più eh) da Bologna a Lecce.

Ovviamente sono tornato con una quantità imbarazzante di fotografie, che nei prossimi giorni mi divertirò […] a selezionare, e sistemare per poi condividerle con voi.

Di paesaggi, però, ne ho fotografati davvero pochi.
Non perché non abbia visto bei posti, anzi ne ho scoperti di incredibili… ma ultimamente mi sto concentrando così tanto sulle persone, sui volti della gente che abita i paesi e le città che visito, che fotograficamente il resto passa in secondo piano.

Le ore trascorse a fissare l’orizzonte tra mille pensieri (o senza pensieri, ancora meglio!), con la macchina fotografica nello zaino, non me le sono certo fatte mancare.

E così ho fotografato i volti di persone che ho incontrato, che ho conosciuto, con cui ho scambiato due chiacchiere e qualche risata durante questo viaggio.
Insomma, prossimamente vi beccherete una ventina di ritratti scattati lungo il percorso 😉

Per quanto riguarda le altre fotografie che ho scattato, beh, che genere di fotografie si potranno mai scattare in vacanza?
Un servizio di parkour a Ostuni e il mio primo esperimento di “fashion subacqueo”, che domande 😛

Vi ho anticipato già troppo, e allora vi anticipo anche che i tempi di caricamento di queste foto non saranno molto brevi. Ho un sacco di materiale arretrato da caricare, tra cui le fotografie del matrimonio di Irena ed Enrico (finalmente!)…

A questo punto vi chiederete: ma che cavolo c’entra questa fuffa col titolo del post?
C’entra, c’entra… eccovi un elenco di tutti i luoghi più belli che ho visitato, insieme a qualche suggerimento di posti in cui mangiare o dormire.
Se cercate bei posti da visitare in Italia, viaggiate in auto e vi piace la fotografia, credo vi sarà molto utile 😉
Purtroppo ho viaggiato nel periodo più costoso in assoluto (11-23 agosto), pertanto alcune informazioni sui prezzi potrebbero non corrispondere ad altri periodi dell’anno.

 

1. Grotte di Frasassi (Genga, AN)

Un posto a dir poco magico, dove il tempo e lo spazio hanno una dimensione completamente diversa, dove si potrebbe ammirare per ore ogni parete e angolo… un altro mondo, dove il silenzio e la pazienza del tempo costruiscono giorno per giorno un’immensa e incredibile cattedrale naturale, formata da un complesso sistema di grotte.

Vi consiglio decisamente di visitarle durante il primo turno di visite guidate del mattino, che parte alle 9 (in estate)… è l’unica occasione turistica di visitare le grotte senza troppa confusione, e con più calma. Dalle 10 in poi, è già un gran macello turistico!

Non è possibile fotografare per una questione di diritti d’immagine, a meno che non si faccia richiesta specifica qualche giorno prima della visita. Questo almeno è quello che mi ha detto la guida, forse solo per farmi stare zitto… ma tornerò per verificare 😛

Grotte di Frasassi. Fonte immagine: www.ilcasaledigiulia.it

Grotte di Frasassi.
Fonte immagine: www.ilcasaledigiulia.it

 

2. Sirolo e Portonovo (AN)

Due belle località di mare molto vicine tra loro, in provincia di Ancona, dove però spesso bisogna chiedere scusa al portafogli.
Il costo mínimo di una stanza singola per una notte a Sirolo era di 100€, per non parlare degli hotel di Portonovo, dove ad essere MOLTO fortunati si trova qualcosa da un minimo di 70€ :O

Le spiagge più belle che ho visto a Sirolo sono San Michele, una spiaggia ciottolosa, e Urbani, stretta e con molti scogli, entrambe con un bellissimo mare.
A Portonovo la spiaggia più bella è Mezzavalle, ciottolosa e con un’acqua molto pulita, ma per raggiungerla dovete essere preparati ad una bella discesa a piedi… che al ritorno diventa una salita piuttosto molesta 😀

Se volete mangiare molto bene a Portonovo fermatevi al ristorante “Marcello”, sulla spiaggia: i prezzi non sono bassi, ma il pesce è davvero buonissimo (assolutamente consigliati gli spiedini di gamberi avvolti nella pancetta e accompagnati da polenta con sugo di pesce, che spettacolo!)

Una buona soluzione per l’alloggio, per visitare queste zone senza spendere troppo, a mio parere è alloggiare a Loreto, a 20 minuti di guida ma decisamente più economica… sempre se poi siete disposti a pagare i vari parcheggi 😛
A Loreto ho alloggiato per una notte all’Hotel “La Vecchia Fattoria”, dove mi sono trovato molto bene sia per il personale gentile e disponibile, che per la buona cucina.
55€ una stanza doppia con colazione, non male.

 

3. Montelupone (MC)

A una ventina di minuti di guida da Loreto, è un borgo medievale molto antico, che vale decisamente almeno mezza giornata di visita. Qui il tempo sembra si sia fermato, le persone vivono nella tranquillità di ritmi quotidiani che non conoscono fretta né stress. Gli stretti vicoli, le scalinate nascoste e le pavimentazioni antiche del centro storico, nel silenzio delle colline circostanti, riportano ad altri tempi.
Ci sono molti angoli interessanti da fotografare, e gli abitanti sono molto gentili e disponibili.

diario-di-viaggio-vacanza-last-minute-italia-low-cost-puglia-08

I borghi di Montelupone

 

4. Assisi

Una città che trasmette pace e tranquillità, piena di bei vicoletti, dove Rocca Maggiore e la Basilica di San Francesco sono due tappe obbligatorie. Molto affollata nelle vie turistiche principali, si fa improvvisamente deserta nelle vie secondarie. Per via dei molti turisti forse è meglio esplorarla durante la mattina, e dedicare il pomeriggio alle attività di “turismo di massa”.

Vista panoramica di Assisi

Vista panoramica di Assisi

 

5. Spello (PG)

Un piccolo borgo che mi è stato suggerito da un frate conosciuto ad Assisi, un bellissimo labirinto di stretti vicoli pieni di piante e fiori, che decorano ogni angolo, ogni balcone, ogni scalinata. Un’ottima location per uno shooting fotografico tra l’altro… aggiunto alla lista di posti da visitare con una modella 🙂

Una via di Spello

Una via di Spello

 

6. Matera

Semplicemente meravigliosa. Sicuramente la città più romantica, affascinante e misteriosa che abbia visitato finora.

I vicoli di tutta la città dei Sassi, le chiese rupestri e le case grotta aperte al pubblico, creano un ambiente magico da cui si è completamente rapiti, fino a perdere la percezione del tempo. Perdersi tra i vicoli, le strette scalinate e le grotte nascoste, sia di giorno che di notte, è sicuramente un’esperienza da provare.
Anche la città nuova non è male, ma rimane comunque un altro mondo, che non regge il confronto con la meraviglia della Città dei Sassi.

L’antica città di Matera

Anche le persone del posto sono estremamente ospitali, gentili e disponibili: l’ho provato in prima persona quando la prima sera sono stato invitato da un gruppo di ragazzi del posto ad unirmi a loro, e da cui sono stato poi ospite a pranzo e per la notte di ferragosto. Festa e risate insieme a sconosciuti che sono diventati subito amici. Grazie quindi a Francesco, Ilaria, Raffaele, Mery, Betta e tutti gli altri! 😀

Come alloggio consiglio il B&B “San Biagio Sassi”, un complesso di piccoli appartamenti situati nella Città sui Sassi, molto confortevoli e a prezzi ragionevoli considerando la location (70€ a notte per un appartamento per due persone con bagno, cucina, camera e balcone).

diario-di-viaggio-vacanza-last-minute-italia-low-cost-puglia-12

La vista dal B&B San Biagio Sassi

Assolutamente da visitare il versante sul fianco opposto della Valle rispetto ai Sassi (già all’interno del Parco della Murgia Materana), ricco di grotte e da cui si possono ammirare panorami incredibili.

Se vi interessa anche il divertimento notturno consiglio Castellaneta Marina, a poco meno di un’ora di guida da Matera, vicino a Taranto: per chi vive al nord una buona alternativa a Riccione e Marina di Ravenna XD

Se praticate parkour visitare Matera vi farà abbandonare la vostra vita, e decidere di trasferirvi all’istante 😛

 

7. Craco

Un paese fantasma a meno di un’ora di guida da Matera, abbandonato anni fa a causa di una frana che ha progressivamente demolito gli edifici e costretto gli abitanti a lasciare le abitazioni.

La frana di Craco

La frana di Craco

Craco

Craco

É possibile visitarlo con una guida locale, unendosi a visite turistiche effettuate più volte nell’arco di una giornata. Per visitare Craco è necessario essere in possesso una tessera rilasciata dalla mediateca locale, al costo di 10€.

É un luogo affascinante, anche se le numerose transenne e reti di sicurezza ne rovinano un po’ la magia (per un giusto motivo però, direi 🙂 ).
Se avete mezza giornata a disposizione merita, altrimenti visitate meglio Matera!

Craco merita di essere fotografato soprattutto da lontano, e durante la mattina, quando la luce non è sfavorevole come invece si può notare dalla foto ricordo che ho scattato 😛

Vista panoramica di Craco

Vista panoramica di Craco

 

8. Polignano a Mare e Alberobello

La prima è una bellissima località di mare, dove il paese sorge direttamente dalle scogliere, la seconda una bella località da visitare nell’entroterra. Entrambe si possono visitare in una giornata se avete poco tempo, ma Polignano meriterebbe una giornata intera di sosta.

Anche a Polignano è bello perdersi tra i vicoli tranquilli e poco esplorati dal più dei turisti, tra le tipiche abitazioni bianche e le finestre e porte colorate. Un’esperienza che merita davvero è affacciarsi sulla scogliera nei giorni di vento, dal paese o appena fuori dal centro storico, dove il livello del terreno è più vicino a quello del mare: onde e panorama spettacolari.

Una via di Polignano a Mare

Una via di Polignano a Mare

diario-di-viaggio-vacanza-last-minute-italia-low-cost-puglia-16

Ingresso a una delle spiagge di Polignano

diario-di-viaggio-vacanza-last-minute-italia-low-cost-puglia-17

Panoramica di Polignano

Alberobello invece, beh, è bello se vi piacciono i trulli!
Tanti trulli. Tantissimi trulli. Trulli ovunque. 😀
A parte questo non ho trovato nulla di particolarmente eccitante in questa località, ma vale comunque una visita di qualche ora.
Se non vi piacciono i trulli, potete andare oltre 😛

Alberobello. Trulli come se piovessero.

Alberobello. Trulli come se piovessero.

 

9. Nardò, Lecce e dintorni

Questa è stata la sosta più lunga del mio viaggio, e decisamente quella in cui ho visto le spiagge e le scogliere più belle.
Ho visitato molti posti tra il 17 e il 22 agosto, ma per non dilungarmi troppo (che già questo post è lungo chilometri!) vi elenco brevemente i posti DA VISITARE ASSOLUTAMENTE:

Città

Lecce: città bella da visitare e fotografare, soprattutto di sera, quando le luci calde dell’illuminazione notturna creano un’atmosfera intima e romantica.

Lecce di sera

Lecce di sera

Ostuni: un’altra cittadina stupenda nell’entroterra, dove ogni angolo del centro storico potrebbe essere un quadro. Anche questa ottima se praticate parkour e volete allenarvi un po’, come ha fatto il mio amico Grian… 😉

diario-di-viaggio-vacanza-last-minute-italia-low-cost-puglia-22

Esterno del centro storico di Ostuni

Via del centro storico di Ostuni

Via del centro storico di Ostuni

Scogliere

Torre Uluzzo, vicino a Nardò: acque limpidissime e un bel panorama dalla torre, costeggiando la scogliera a nuoto potete vedere bellissimi panorami subacquei
La Poesia, vicino a San Foca: bellissima località nei pressi di un sito archeologico, stupendo il complesso di grotte, in parte subacquee, che vale davvero la pena visitare.  Posto ideale per chi ama tuffarsi da altezze fino a circa 9 metri, o per chi vuole esibirsi tuffandosi nella cavità principale!
Qui è dove ho fatto il mio primo esperimento di fotografia subacquea con Anastasia… date un’occhiata 😉

Bellissime grotte, scogliere e tuffi a La Poesia

Bellissime grotte, scogliere e tuffi a La Poesia

Sant’Andrea: purtroppo non sono riuscito a fermarmi per mancanza di tempo, ma anche solo vedendolo da lontano posso assicurarvi che vale la pena visitare questo tratto di costa, con bellissimi panorami creati da faraglioni e archi naturali.

Panoramica di San Andrea. Fonte immagine: Axes79 (Flickr)

Panoramica di Sant’Andrea.
Fonte immagine: Axes79 (Flickr)

Spiagge

Lido degli Angeli: poche volte ho visto un’acqua così limpida, nonostante la zona sia frequentata da molti turisti è un posto assolutamente da visitare
Lido Pizzo, vicino a Baia Verde: anche qui un’acqua meravigliosa, dai colori incredibili. Questo tratto di costa ha anche molti scogli bassi lungo la riva e nel primo tratto di mare, quindi ce n’è per tutti i gusti 🙂

Di sera

– Cena al ristorante “La Pergola”, a Santa Maria al Bagno (Nardò): pesce freschissimo e molto buono, assolutamente consigliato
– Discoteche e locali di Baia Verde: un tempo oasi naturale, ora qui potete sentire musica a tutto volume praticamente ad ogni ora del giorno. Se cercate pace e tranquillità è un posto assolutamente da evitare, ma è perfetto per il divertimento notturno!

 

Per finire, eccovi la mappa che riassume tutte le tappe principali:

 

Beh, questo è tutto (ed era anche ora, penserete voi!).
Spero che questi consigli possano esservi utili per la vostra prossima vacanza (perché se siete arrivati a leggere fin qui, probabilmente avete già le valigie pronte!)… buon viaggio! 😉

Se aggiungereste altre tappe a questo viaggio lasciate un commento con i vostri suggerimenti, oppure scriveteli su Facebook:

About The Author

matteomalagutti

Solo la fotografia riesce a catturare quel fuggente istante di perfezione nascosto in ogni luogo, e in ogni cosa. Ho viaggiato e fotografato molto, ma spero che questo sia solo l'inizio.

Aggiungi un commento

*Compilare correttamente i campi indicati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

23 maggio 2016
Shooting fotografico Woods and Waterfalls
Quando l'estate è vicina e le temperature si alzano, cosa c'è di meglio di uno shooting fotografico nel bosco? La modella forse avrebbe qualcosa da ridire, dovendosi immergere quasi nuda...
22 maggio 2016
Ritratti fotografici: intervista al fotografo e spunti per ricominciare
Non pubblico ritratti fotografici né altri post su Facebook da 8 mesi, e ho ignorato questo blog di fotografia per quasi 2 anni, perciò capitemi se mi trovo un po' in difficoltà nel riprendere...
26 giugno 2014
Zombie Walk Bologna 2014
Sembrava impossibile, una cosa da fumetti e film dell'orrore, e invece è successo veramente. Gli zombie hanno invaso Bologna. Ormai sono passate 3 settimane, ma solo oggi sono riuscito a...